martedì 16 maggio 2017

SPIRITUALITA'




Il compito degli Angeli Custodi
Il 2 ottobre 1993 la Madonna comunica a P.Gobbi: “ Figli prediletti, in questo primo sabato del mese, vi riunite nei Cenacoli per rinnovare la consacrazione al Mio Cuore Immacolato e per venerare la memoria liturgica dei vostri Angeli Custodi. Nei tempi della grande prova, vi invito a rendere più forte il legame che vi unisce ai vostri Angeli Custodi. Essi hanno un particolare ed importante compito da svolgere verso di voi, soprattutto in questi ultimi tempi.
Gli Angeli Custodi hanno anzitutto il compito di essere luce sul vostro cammino. I giorni che vivete, sono segnati da una grande oscurità che diventa sempre più profonda ed estesa. E’ la tenebra degli errori che avvolge le menti degli uomini e li rende così vittime della grande apostasia ; è la tenebra dei peccati che oscura la bellezza e la santità delle anime; è la tenebra dell’impurità che abbruttisce lo splendore del vostro corpo, chiamato a riflettere la gloria del Dio vivente. Così, quanti sono oggi i Miei poveri figli che vivono come ombre, sommersi dalle tenebre dell’errore, del peccato e dell’impurità.
Ai vostri Angeli Custodi è affidato il compito di proteggervi dalla grande tenebra che vi circonda, per farvi camminare sempre nella luce della verità, della santità, della purezza, della umiltà, della fiducia e dell’amore.  Gli Angeli Custodi hanno il compito di essere difesa alla vostra vita. Come sono numerose e subdole le insidie che ogni giorno vi tendono gli spiriti cattivi, i demoni che ora si sono riversati nel mondo e operano ovunque, per condurre le anime alla eterna dannazione! La loro azione è ora diventata potente, perché si è associata alla forza che hanno i mezzi di comunicazione, come stampa e televisione.
Con subdola raffinatezza viene diffuso il male sotto forma di bene, il peccato come esercizio della propria libertà, la trasgressione alla Legge di Dio, come nuova conquista da parte di questa povera e pervertita umanità.  Come sono forti e continui gli attacchi degli spiriti cattivi per colpirvi anche  nella vostra vita fisica con incidenti, disgrazie, attentati, malattie, calamità, esplosioni di violenza, di guerre e di rivoluzioni.
Agli Angeli Custodi è affidato il compito di proteggervi da tutti questi  mali, di difendervi  contro queste insidie, per farvi camminare nella vita sotto la loro sicura e potente protezione.
Gli Angeli Custodi hanno infine il compito di combattere con voi la stessa battaglia, per ottenere la medesima vittoria. Nella grande prova che è ormai giunta, si rende ancora più forte e sanguinosa, la grande lotta fra la Donna vestita di sole ed il dragone rosso, tra le forze del bene e le forze del male, fra Cristo e  l’anticristo. E’ una battaglia che si svolge soprattutto a livello di spiriti: gli spiriti buoni contro gli spiriti cattivi; gli Angeli contro i demoni;  S.Michele Arcangelo contro lucifero.
Voi siete coinvolti in questa grande lotta che vi supera immensamente. Allora dovrete essere particolarmente uniti a Coloro che sono a voi vicini nel grande combattimento, che hanno grande potenza in questa lotta, che vi aiutano a combattere e vi conducono verso la sicura vittoria….
Oggi invito tutti a rendere più assidua la preghiera, più forte il legame, più profondo l’affetto verso questi Angeli di Luce che dal Signore sono a voi donati a vostra custodia e protezione. Assieme ad Essi tutti vi benedico nel Nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.”
(da: “Ai Sacerdoti, figli prediletti della Madonna” di P.Gobbi)
(Carlo)





venerdì 12 maggio 2017

SPIRITUALITA'



L’ora del Mio grande dolore
15 settembre 1992. Festa della Madonna Addolorata. Ascoltate le parole profetiche di Mara Santissima, che nel’ormai  lontano 1992 (ben 25 anni fa!) descrivono nei dettagli l’odierna situazione morale del mondo: “Figli prediletti, restate oggi con Me, vostra Mamma Addolorata, che vi ha generati sotto la Croce su cui è morto Mio Figlio Gesù, per la vostra salvezza. Sono la Madre del dolore. Entrate oggi nel mistero profondo della Mia desolazione, per comprendere come la Mia spirituale ed universale maternità, si esercita soprattutto nell’amore e nel dolore. Nell’amore verso tutti voi, Miei figli. Nel dolore per i vostri dolori, per i gravi pericoli che vi minacciano, per le molte sofferenze di questi ultimi tempi della grande tribolazione.
Per questo,i giorni che state vivendo, segnano anche l’ora del Mio grande dolore.
E’ l’ora del Mio grande dolore per la Chiesa, Mia figlia amatissima. In questi tempi  la Chiesa quanto soffre, mentre porta la sua grande Croce e sale il sanguinoso Calvario della sua passione e della sua cruenta immolazione!  Mai come oggi la Chiesa è resa in tutto simile a Mio Figlio Gesù. E’ simile a Lui nella solitudine e nell’abbandono;  è simile a Lui nel rinnegamento e nel tradimento;  è simile a Lui nel vilipendio e nella condanna;  è simile a Lui nella crocifissione e nella sua agonia. Questa è l’ora del Mio grande dolore per la Chiesa, perché è giunta l’ora della sua passione redentrice.
E’ l’ora del Mio grande dolore per l’umanità, così ammalata e resa schiava degli spiriti del male. Le potenze diaboliche dominano la Terra e portano ovunque i frutti cattivi del loro tenebroso dominio. Così questa umanità è ritornata pagana dopo quasi duemila anni della sua Redenzione e del primo annuncio del Vangelo di Salvezza. L’incredulità e l’empietà la ricoprono; i peccati la feriscono; il male l’avvelena; l’orgoglio la domina; l’impurità la seduce; l’egoismo e l’odio la incatenano; satana la rende sempre più schiava e vi regna col suo diabolico potere.
Questa è l’ora del Mio grande dolore per tutta questa povera umanità, dominata dagli spiriti del male, perché è ormai giunta per lei l’ora del suo grande castigo.
E’ l’ora del Mio grande dolore per voi, Miei figli. In questi giorni, come diventa pesante il carico del vostro patire! Guardo, con occhi piangenti, ai bambini avviati precocemente alle esperienze del male e del  peccato;  ai giovani, ingannati e traditi dalla società in cui vivono, a cui vengono proposti falsi valori e divenuti ormai vittime dell’impurità e della droga; alle famiglie divise e distrutte; ai poveri che muoiono di fame;  agli straziati e uccisi dalle guerre;  agli ammalati cui vengono negate cure ed assistenza;  agli abbandonati, ai soli, ai disperati, agli agonizzanti, ai moribondi.
Come Mamma, sono oggi accanto a ciascuno che geme sotto il peso della sua Croce.
Non vi abbandono mai; sono con voi soprattutto nel momento del vostro più grande bisogno.
Questa è l’ora del Mio grande dolore per tutti voi, Miei poveri figli, perché è giunto il tempo del vostro grande soffrire. Rifugiatevi in Me. Correte nel sicuro rifugio del Mio Cuore Immacolato, perché dobbiamo vivere insieme l’ora della più grande prova, che è ormai giunta per voi, per la Chiesa e per tutta l’umanità.”
(Da:” Ai Sacerdoti figli prediletti della Madonna” di P.Gobbi)
(Carlo)


venerdì 7 aprile 2017

SPIRITUALITA'



LA  FINE  DEI  TEMPI    - II° PARTE-
Prosegue Maria Santissima nelle sue locuzioni interiori a P.Gobbi :
-1 gennaio 1993. “La grande prova è giunta per tutti voi, Miei poveri figli, così minacciati da satana e colpiti dagli spiriti del male. Il pericolo che correte, è quello di perdere la Grazia e la comunione di vita con Dio, che Mio Figlio Gesù vi ha ottenuto nel momento della Redenzione, quando vi ha sottratto dalla schiavitù del maligno e vi ha liberato dal peccato. Ora il peccato non è più considerato un male; anzi, spesso viene esaltato come un valore ed un bene. Sotto il perfido influsso dei mezzi di comunicazione, si giunge gradualmente a perdere la coscienza del peccato come un male. Così esso viene sempre più commesso e giustificato e non lo si confessa più.
Se voi vivete nel peccato, ritornate sotto la schiavitù di satana, sottomessi al suo malefico potere e così viene reso vano il dono della Redenzione che Gesù ha compiuto per voi. Così la pace scompare dai vostri cuori, dalle vostre anime e dalla vostra vita.
Figli Miei, tanto minacciati e tanto ammalati, accogliete il Mio invito materno a ritornare al Signore sulla strada della conversione e della penitenza. Riconoscete il peccato come il male più grande, come la fonte di tutti i mali, individuali e sociali. Non vivete mai nel peccato. Se vi capitasse di compierlo per la vostra umana fragilità o per le subdole tentazioni del maligno, ricorrete subito alla Confessione. Sia la Confessione frequente, il rimedio che usate contro la diffusione del peccato e del male. Allora vivete in grande comunione di amore e di vita con la Santissima Trinità che pone in voi la Sua dimora e che da voi viene sempre più glorificata.
La grande prova è giunta per la Chiesa, tanto violata dagli spiriti del male, così divisa nella sua unità ed oscurata nella sua santità. Vedete come in essa dilaga l’errore che la conduce alla perdita della vera Fede. L’apostasia si diffonde in ogni parte. Speciale dono del Mio Cuore Immacolato per questi vostri tempi, è il Catechismo della Chiesa Cattolica che il Mio Papa ha voluto promulgare, quasi suo luminoso e supremo testamento. Ma quanto numerosi sono i Pastori che brancolano nel buio, resi muti dalla paura o dal compromesso e non difendono più il loro gregge dai lupi rapaci!  Molte vite sacerdotali e consacrate, sono inaridita dall’impurità, sedotte dai piaceri e dalla ricerca delle comodità e del benessere.
I fedeli vengono attirati dalle insidie del mondo diventato pagano, o dalle innumerevoli sette che sempre più si diffondono.  Soprattutto per la Chiesa è giunta l’ora della sua grande prova, perché sarà scossa dalla mancanza di Fede, oscurata dall’apostasia, ferita dai tradimenti, abbandonata dai suoi figli, divisa dagli scismi, posseduta e dominata dalla massoneria, resa terra fertile da cui spunterà l’albero cattivo dell’uomo malvagio, dell’anticristo, che porterà al suo interno il suo regno.
La grande prova è giunta per tutta l’umanità, ormai straziata dalla violenza che dilaga, dall’odio che distrugge, dalle guerre che si estendono minacciose, da grandi mali che non si riescono a guarire.
All’alba di questo nuovo anno (1993) si fa più forte e preoccupante la minaccia di una terribile terza guerra mondiale. Quanti dovranno soffrire il flagello della fame, della carestia, della discordia, delle lotte fratricide che spargeranno tanto sangue sulle vostre strade.
Se il tempo della grande prova è giunto, è arrivato anche il momento di accorrere tutti, nel sicuro rifugio del Mio Cuore Immacolato. Non perdetevi di coraggio. Siate forti nella speranza e nella fiducia. Io vi ho predetto i tempi che vi attendono, tempi dolorosi e difficili, proprio per aiutarvi a vivere nella speranza ed in una grande fiducia nella vostra Mamma Celeste.
Quanto più entrerete nel tempo della grande prova, tanto più sperimenterete, in maniera straordinaria, la Mia presenza di Mamma accanto a voi per aiutarvi, per difendervi, per proteggervi, per consolarvi, per prepararvi nuovi giorni di serenità e di pace.
Alla fine, dopo il tempo della grande prova, vi attende il tempo della grande pace, della grande gioia, della grande santità, del più grande trionfo di Dio in mezzo a voi. Pregate con Me in questo Mio giorno e vivete in questa attesa che addolcisce l’amarezza del vostro quotidiano soffrire. Oggi distendo su di voi il Mio manto per ripararvi, come fa la chioccia con i suoi pulcini e tutti vi benedico nel Nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.”
(Da: “Ai Sacerdoti figli prediletti della Madonna” di P.Gobbi)
(Carlo)

domenica 19 marzo 2017

SPIRITUALITA'



IL  PUNTO  DI  VISTA  DEL  DEMONIO
Anneliese  Michel  nasce in Baviera nel 1952. E’ una ragazza cattolica praticante, recita il S.Rosario e frequenta incontri  di preghiera. La sua salute non è ottimale, perché cagionevole nei polmoni. Inoltre, appena entrata al liceo, sopravvengono frequenti convulsioni che nessun medico riesce a guarire.
Nel 1969, Annielise compie 16 anni e a quell’epoca la madre scopre che le mani della figlia, subivano strane deformazioni  e lei, da dolce figlia che era, diviene aggressiva e violenta.
Da allora le manifestazioni diaboliche, si susseguono sempre di più; parla con voce maschile e in lingue straniere, antiche e moderne. Padre Ernst e un suo amico Sacerdote P.Arnold Renz, decidono di sottoporla a  vari esorcismi (65) che si susseguono ininterrottamente dal 1975 al 1976. Annielise era stremata, non mangiava più, tanto che è arrivata a pesare 31 Kg. Il primo luglio 1976, muore per collasso e complicazioni polmonari.
Durante questi esorcismi, Padre Ernst chiede agli spiriti maligni di dichiararsi. Inaspettatamente, si presenta uno che dice di chiamarsi Lucifero e subito dopo Giuda, Hitler, Nerone, Caino, Legione e Fleischman.
Si scoprì dopo, che quest’ultimo, un Sacerdote vissuto nel 1575 è morto dopo essere stato condannato per aggressione e omicidio.
Questi esorcismi sono stati registrati su magnetofono e ora, depurati dalle orribili bestemmie proferite, possiamo leggere le parole che il padre della menzogna, insieme agli altri demoni,  sono costretti a rivelare:
-“Questa cosa sozza (la talare) oggi non la porta più nessuno. Meno male! Che gioia! Noi vogliamo che il Sacerdote si vesta come tutti gli altri. E’ una grande vittoria per noi.”
-“Come ci piacciono le suore davanti al televisore! Hanno smesso di pregare. Non si inginocchiano più. Che bello! Questa è una delle più belle vittorie per noi. “
-“Che idioti questi Sacerdoti. Mi seguono in molti. Anche loro, come Giuda, tradiscono il Nazzareno.”
-“I Sacerdoti non pregano abbastanza. Sono pieni di orgoglio.”
-“Mi dà molto piacere, vedere che molti Sacerdoti pensino che il Rosario sia una cosa antica. Invece è un’arma che ci sconfigge sempre.”
-Per la Confessione quella cosa lurida (la stola) è obbligatoria. Gli ornamenti della Chiesa sono un obbligo. Solo gli ornamenti cattolici sono degni di Dio.”
-“La Comunione sulla mano, offende in maniera incredibile Dio. Noi però ce ne rallegriamo.”
-“L’Osta nella mano offende Dio e porta alla dannazione delle anime.”
-“Tutti adesso tirano fuori le zampe per prendere la Comunione e neanche si inginocchiano più! Ah! Opera mia!”
-Tante Ostie vengono profanate, perché vengono date sulle mani. Non si rendono nemmeno conto!”
-“L’Altare rivolto verso i fedeli è stata idea nostra. Sono tutti corsi dietro agli Evangelici come meretrici!
I Cattolici hanno la vera dottrina e corrono dietro ai Protestanti!”
-“Le anime dovrebbero inginocchiarsi davanti al Santissimo. Noi però, non lo vogliamo.”
-“La Comunione in piedi, è stata una bella vittoria.”
-“Noi vogliamo che le persone non si inginocchino in Chiesa.”
-“Noi abbiamo corrotto anche l’insegnamento del catechismo. Questo catechismo è pieno di eresie.” ( si riferisce al catechismo olandese del 1966)
-“Il Dogma dell’Immacolata ci fa tanto male. Meno male che nessuno crede più a questa verità. Se le persone credessero a questo, tutto l’inferno tremerebbe. Per questa loro incredulità, molti sono qui sotto.”
-“Molti teologi moderni mi appartengono. E ci sono Vescovi idioti che li seguono.”
-“I modernisti tradiscono la Chiesa. Credono che sia un’associazione, un club o una comunità. Invece la Chiesa è e deve essere una Chiesa con autorità e disciplina.”
-“I Cattolici hanno la Verità e la tradiscono, come con le prostitute.”
-“Che bello! Nessuno pratica più esorcismi. Noi così ci moltiplichiamo nel mondo.”.
-“Che bello che quasi più nessuno creda nella mia esistenza.”
-“Io sono l’autore di tutte le eresie e ne ho ancora tante da inventare.”
-“Che bello!  Tanti, specialmente i giovani, dormono la domenica e non vanno in Chiesa. (La Madonna) vuole che essi vadano in Chiesa e preghino tutti i giorni il Rosario. Io,  invece,  no.”
-“Gli Angeli custodi sono nemici miei. Li odio!”
-“Ovunque, dove è stata approvata una legge abortista, lì era ed è presente, tutto l’inferno.”
-“Dopo la vita, non c’è la fine. Inizia con la morte la vera vita: o in Paradiso o all’Inferno, dove sono io.”
-“Io sono dannato. Perché non volevo servire (Dio). Volevo essere io (Dio). Anche se sono una creatura.”
-“Io ero in Paradiso. Ero più alto di Michele. Ero il più vicino a (Dio). Ora sono il più alto di grado all’Inferno.” Michele mi ha sconfitto. L’Inferno, però, è mio e lo voglio riempire.”
-“Io sono il padre della perdizione e delle menzogne.”
-“Io odio l’essere umano, perché sono caduto per colpa vostra.”
-“Io non mantengo mai quello che prometto.”
-“Mi sono preso Giuda. Ora è al mio servizio. Lui è dannato. Si sarebbe potuto salvare, ma ha tradito il Nazzareno.”
-“Giuda ha molti discepoli, qui, all’Inferno.”
-“Dopo la fine del mondo, le sofferenze qui da noi, aumenteranno ancora di più.”
-“Sono dannato per sempre. Se sapeste che sofferenza!”
-“Sono il capo dei sacrileghi.”
-“I massoni  sono figli miei.”
Le rivelazioni circa la possessione di Anneliese sono terribili: “L’abbiamo posseduta, la facciamo soffrire.-Non può studiare perché non lo vogliamo.-Non posso farla cadere. (La Madonna) la protegge.-L’Angelo custode la protegge. – Lei non ha mai commesso un peccato mortale. Odio quest’anima. –Ogni volta la proteggono i Santi. S.Giuseppe, Padre Pio, S.Pio X e altri la difendono.”
Anneliese pregava e si offriva come vittima espiatoria. Dice al suo Confessore: “Non ho mai pensato che sarebbe stato così spaventoso. Ho voluto soffrire per altre persone, di modo che non finiscano all’Inferno…
E’ possibile immaginare come possano, i demoni, forzare un essere umano. Non ho più alcun controllo su me stessa. Però la Madonna, non mi ha mai lasciata sola. La Mamma Santa mi ha consolata sempre e mi ha dato la forza di continuare.”  L’autopsia riscontrò la presenza delle stimmate che lei aveva tenute nascoste per umiltà. Esumato il corpo nel  1978 e poi ancora nel  1994, esso  fu trovato incorrotto.
Come si sa, Dio sa trarre dal male un bene immenso e queste rivelazioni possono servire a meditare sui pericoli che la nostra cattiva condotta abbia dato spazio alle mire del demonio.
(Da: Tradizione,famiglia e proprietà)
(Carlo)